L’Epiro si trova nella parte nord-occidentale della Grecia, tra la catena montuosa del Pindo e il Mar Ionio e alterna imponenti paesaggi montuosi e incantevoli scorci sul mare. L’intera area è circondata da montagne e fiumi collegati tra loro da meravigliosi ponti ad arco. Pianure e valli fertili interrompono le catene montuose da nord a sud. Il clima della costa è moderato, mentre all’interno è più aspro con inverni rigidi, frequenti gelate e pioggia e tempeste abbondanti.

L’Epiro è considerato a livello internazionale il luogo ideale per il cosiddetto “turismo alternativo”. L’incontaminata catena montuosa del Pindo con le sue grandi foreste vergini, i laghi di montagna (drakolimnes – laghi di drago) e le colline selvagge, offrono una miriade di attività come l’alpinismo, l’arrampicata, lo sci, l’escursionismo, e mountain bike. Dall’altra parte, con i suoi numerosi fiumi, l’Epiro offre altrettante attività: kayak, rafting, e canoa.

Tutto questo coesiste perfettamente in armonia con siti archeologici, castelli, monasteri, chiese e villaggi tradizionali. In una regione così multiforme di certo non mancano le cose da vedere e da visitare. Ioannina, la sua città principale, è un’incantevole città lacustre resa famosa nel diciannovesimo secolo dal despota ottomano Ali Pasha, che stabilì qui la sua opulenta corte. Nella cittadella fortificata e nella tranquilla isola in mezzo al lago, è possibile visitare moschee, fortezze, musei e la dimora dove venne ucciso.

I 46 villaggi della regione raggiunsero un’enorme ricchezza tra i secoli XVII e XIX, che ora si riflette nella loro architettura in pietra fine, nella loro rete di mulattiere e ponti ad arco acciottolati, e nei costumi e gioielli ancora indossati durante le feste. I villaggi più belli sono sicuramente quelli di Vitsa, Koukouli, e Papingo, rannicchiato alla fine della strada sotto una fila di imponenti scogliere. Tutti e tre hanno deliziose locande trasformate da vecchie case di villaggio e, con un minimo di organizzazione, è possibile fare un’escursione tra i tre, superare alcuni dei più bei paesaggi montani d’Europa e farsi poi inviare i bagagli in taxi.

Le spiagge in Epiro: La maggior parte del territorio dell’Epiro è montuoso, tuttavia la parte occidentale confina con il Mar Ionio. Lungo queste coste, ci sono meravigliose spiagge e città di mare che attirano migliaia di visitatori ogni estate. Parga e Sivota sono le due località balneari più famose dell’Epiro, situate a breve distanza da belle spiagge come Valtos, Lichnos e Bella Vraka. Molto popolari sono anche le spiagge sabbiose vicino a Preveza, tra cui Ammoudia e Kastrosykia. La vicinanza di queste località balneari al porto di Igoumenitsa le rende facilmente accessibili ai visitatori dall’Italia e dal resto dell’Europa.

Destinazione: Igoumenitsa, Parga, Sidota, Lefkada, Meteora, Giannina, Corfù e Pireo in genere

Durata del viaggio: da 5 giorni (standard) a 6 / 7 / 8 giorni su richiesta

Mezzo di trasporto: Autobus e Traghetti

Alloggio: Hotel, Ostello, a seconda del periodo e della disponibilità

Ristorazione: Una colazione ed una cena inclusi per ogni giornata

Accompagnamento e guide: Presenza di un nostro accompagnatore e guida per tutto il periodo

Date previste: Dalla fine di marzo fino a tutto giugno 2023. Altri periodi su richiesta.

Servizi Base inclusi:

 

  • Trasferimento da Perugia alla Grecia in Pullman e viceversa.

  • Trasferimenti in Traghetto da Ancona alla Grecia a/r

  • Pullman per escursioni giornaliere previste per tutto il tour.

  • N. 4 notti incluso Pensione completa, con sistemazione in Albergo o Ostello .

  • N° 1 accompagnatore per tutto il periodo.

  • Assicurazione Viaggio, Bagaglio e Sanitaria.

 

Servizi Facoltativi:

 

  • Supplemento Camera

  • Supplemento guida Musei se richiesto.

  • Supplementi per escursioni in alternativa “A scelta”

  • Cena tipica sul posto.

  • Visite guidate se richieste

  • Ingressi Musei

 

 

Costi:

Per ogni partecipante, Euro 475,00

Programma

Giorno 1

Partenza dalle sedi scolastiche verso il Porto di Ancona (Viaggio con pullman)

Arrivo ad Ancona ed imbarco per Igoumenitsa

Pranzo /cena al sacco sul traghetto

Sistemazione in poltrona

Su richiesta per i viaggi in notturna: sistemazione in cabina.

Arrivo ad Igoumenitsa e sistemazione in albergo o ostello

 

 Giorno 2

Colazione

Partenza per le sorgenti dell’Acheronte

Le sorgenti dell’Acheronte sono una destinazione stupenda per gli amanti della natura e per chi è interessato a vedere anche una Grecia un po’ diversa dalle solite cartoline. Non si tratta del luogo dove nasce il mitologico fiume, bensì di un tratto, facilmente raggiungibile, lungo il quale tante piccole sorgenti sboccano nel fiume già formato.

Visita dei borghi e dei porti di Parga e Sivota

Citato spesso come il vero gioiello tra le città greche della costa ionica, Parga è una destinazione davvero gradevole, che insieme a Sivota può costituire un’ottima accoppiata per chiunque sia curioso di conoscere nuove destinazioni, fuori dal classico circuito delle isole, ma così vicina alla porta di ingresso che da sempre rappresenta per noi Igoumenitsa.
Una posizione magnifica sull’acqua, le case dai mille, fortissimi colori disposte ad anfiteatro sul mare, i suoi dintorni ricchi di sorprese e cose da vedere, fare e scoprire, così verdi e rigogliosi: Parga racchiude perfettamente in sé la magica combinazione di natura-mare-storia che fa tutta la Grecia così speciale ed unica, e che qui vive più reale che mai.

Rientro in Ostello

Cena

 

Giorno 3

Colazione

Partenza per le Meteore

Affascinanti monasteri sulla sommità di imponenti pinnacoli di roccia levigata, immersi in un paesaggio lunare: Le Meteore è un’attrazione da non perdere. Dopo il Partenone di Atene, una delle attrazioni turistiche più visitate della Grecia continentale sono Le Meteore, uno straordinario esempio di come l’ingegno dell’uomo possa esaltare le meraviglie della natura anziché deturparle. In un paesaggio metafisico che potrebbe essere il setting ideale per il prossimo film della saga di Star Wars (ma che è già stato usato per i film di James Bond negli anni ’80), si innalzano imponenti torri di arenaria sulla cui sommità sorgono sei monasteri antichi. A vederli così sospesi i monasteri delle Meteore sembrano inaccessibili, in realtà sono tutti visitabili e si possono raggiungere, più o meno agevolmente, a piedi, in bus o auto. Tra viste mozzafiato, ripidi scalini e discese vertiginose, una visita a Le Meteore è insieme un’avventura, un momento mistico e un’affascinante viaggio culturale.

Partenza per la zona archeologica ed il parco del Santuario di Dodona

Dodona, situata a sud della città di Ioannina in Epiro, era, nel passato, un luogo sacro e centro spirituale dell’ellenismo dell’antichità. La tradizione vuole che la zona prenda il suo nome da Dodona, figlio di Zeus e di Europa (Sofocle – Le Trachinie 172) o da Dodoni o Dioni, figlia di Oceano e della titanide Teti, come menzionato da Stefano il Bisanzio. Dodona era conosciuta soprattutto per il suo santuario, un luogo di grande importanza religiosa per il mondo greco antico, così come per l’oracolo di Dodona,  il più antico oracolo della storia ellenica (confermato anche dai suoi riferimenti ai poemi omerici) ed il secondo più importante dopo quello di Delfi. Secondo la mitologia, era anche l’oracolo il più amato dagli dèi, poiché lo stesso Zeus lo definì come il suo proprio Oracolo.

L’anfiteatro: Oggi fa ancora impressione con gli enormi muri che lo sorreggono, alti 21 metri e usati dai gheppi per nidificare, e le possenti torri, le capienti gradinate che scendono fino al vasto palco, le cinquantacinque file per gli spettatori. Chissà come dovevano essere affascinanti le rappresentazioni teatrali durante il periodo di maggior splendore.

Partenza per Giannina e visita della Città e della Tomba di Alì Pascià.

Rientro in albergo

Cena

 

Giorno 4

Colazione

Partenza per Preveza e Lefkada (isola di Leucade)

Preveza è stretta fra Parga e la splendida isola di Lefkada, all’ingresso del Golfo di Amvrakikos, è una destinazione turistica veramente piacevole, non ancora molto sfruttata, e non solo per il mare. Lo stretto è formato dalla penisoletta in cui sorge l’abitato principale, quello di Arta. Situata su una penisola nell’estremo Sud-Ovest della regione dell’Epiro, ha un caratteristico porto di pescatori pieno di locali e taverne tipiche e, d’estate, anche di tante barche e yacht che scelgono questo attracco perché molto riparato dai venti settentrionali e orientali.

In Grecia e nel mondo è più conosciuta come Lefkada o Lefkas, in Italia invece prevale Leucade, su alcune vecchie carte marine invece è ancora Santa Maura, il nome veneziano del ‘400.

Questa splendida isola greca dello Ionio, situata a metà strada tra Corfù e Cefalonia, è collegata alla terraferma tramite un ponte lungo 500 metri e ospita poco più di 25000 abitanti, suddivisi fra l’omonimo capoluogo Lefkada e altri 35 villaggi più piccoli.

Come le altre isole ionie ha una rigogliosa vegetazione, formata per la maggior parte da pini, ulivi e vigneti, insenature spettacolari, baie semi-nascoste con spiagge di sabbia finissima o ciotoli e porticcioli caratteristici.

Rientro in Albergo

Cena

Giorno 5

Colazione

A scelta: PROGRAMMA dedicato alla visita dell’Isola di CORFU’.

Oppure : Partenza in traghetto per Ancona e ritorno

Oppure : tempo libero in spiaggia

 

Sesto Giorno  / Eventuale / per chi prevede l’Isola di Corfù